slide1
slide2
slide3
slide4
slide5
slide6
slide7
slide8
slide9
slide10
slide11
slide12

Il vino Brunello di Montalcino Docg

IDENTITÀ
Tra i vini più desiderati e apprezzati al mondo, il Brunello di Montalcino DOCG rappresenta a pieno titolo la capacità tutta italiana di produrre alimenti di eccellenza.
Pur se prodotti tutti secondo gli standard del relativo disciplinare, i migliori Brunello regalano composite, particolari armonie di sapori e profumi.
Di gran corpo, elegante, asciutto e persistente, se opportunamente conservato il Brunello invecchia di norma, migliorando, fino a 30 anni. Sono riferiti invecchiamenti anche superiori. Per questo è uno dei vini più richiesti da appassionati e collezionisti. Qualunque amatore di vini rossi ha un Brunello nella sua cantina personale. E probabilmente più di una bottiglia per annata.
Si abbina perfettamente con una cucina a base di carne o salse e, in generale, con piatti sapidi e strutturati. Ma anche semplicemente con funghi, tartufi e formaggi stagionati.Molti gli amatori che lo bevono anche fuori tavola.
Le migliori bottiglie di vino Brunello, devono sì le loro qualità a un territorio fortunato ma, certamente e in buona parte, sono il risultato del lavoro in vigna.

Non ci sono tecniche moderne di meccanizzazione che possano surrogare il lavoro manuale del contadino, la cui sapienza va dalla preparazione della vigna fino alla selezione dei grappoli da mandare in cantina.

ZONA DI PRODUZIONE
La zona di produzione è luogo ideale per la coltivazione di uve biologiche: è, infatti, un comprensorio di 24.000 ettari, prevalentemente occupato da boschi e solo per il 15% coltivato a vigneti, all’interno del territorio del Comune di Montalcino, in provincia di Siena.

VITIGNI
Il Brunello si ottiene esclusivamente da Sangiovese “grosso” (a Montalcino denominato appunto “Brunello”).

Ti potrebbero interessare...