slide1
slide2
slide3
slide4
slide5
slide6
slide7
slide8
slide9
slide10
slide11
slide12

Vino Aglianico del Vulture DOC

IDENTITÀ
Orazio, il poeta latino originario di Venosa, ne esaltò la bontà. Gli antichi romani chiamavano l'Aglianico "Vitis Ellenica". Furono i greci, infatti, a introdurlo nel sud Italia intorno al VII- VI secolo a.C.

L'Aglianico è quindi un vitigno che, considerando l'epoca della sua introduzione, ha sviluppato in modo naturale straordinarie difese e capacità di adattamento, sopravvivendo e perfezionandosi per oltre duemila anni.  I risultati di questo processo evolutivo sono uve di eccezionale qualità, naturalmente idonee, quindi, alla produzione di vino biologico. Senza dubbio uno dei migliori vini italiani.

Ciò nonostante, è ancora un prodotto “di nicchia”. Molto apprezzato da un pubblico di amatori, poco conosciuto ai più.

ZONA DI PRODUZIONE
È nel territorio definito dalla relativa DOC, ai piedi del Monte Vulture, un vulcano spento situato nella parte settentrionale della provincia di Potenza, in Basilicata.

VITIGNI
L'Aglianico del Vulture è ottenuto dalla vinificazione in purezza delle uve appartenenti al vitigno Aglianico.

Ti potrebbero interessare...