Aglianico del Vulture

quotegrande lucanoquote
Aglianico del Vulture DOC. 2011. Nóstos. Francesco Radino. Vino biologico.
vino biologico online Vino biologico

  • Anno: 2011
  • Cod. Prodotto: 111684
  • Alcol: 14,5% Vol
€ 11,00

Aggiungi al carrello
Chiedi informazioni su questo prodotto
Caratteristiche dell’Aglianico del Vulture
 
L’Aglianico del Vulture ha ottenuto la DOC nel 1971 e la DOCG nel 2010 come “Aglianico del Vulture Superiore”.
 
Rispetto agli grandi vini italiani, di cui fa parte a pieno titolo, l’anno di riconoscimento della Denominazione di Origine Controllata e Garantita potrebbe indurre a considerare l’Aglianico del Vulture un vino recente.
Tutt’altro!
Il vitigno Aglianico è stato importato e coltivato nell’Italia del Sud dai coloni dell’antica Grecia.
Per gli antichi Romani questo vitigno era la “Vitis Hellenica” e il vino rosso che se ne otteneva era, all’epoca, chiamato “Ellenico”.
Grande amatore di questo pregiato vino lucano fu il poeta latino Orazio, originario proprio di Venosa, l'attuale cittadina del Vulture, dove ancora oggi si produce vino Aglianico.
La definitiva denominazione di “Aglianico” si afferma invece durante il periodo della dominazione Aragonese, nel XV secolo.
 
L’Aglianico del Vulture prodotto ai giorni nostrisi distingue, fra le altre, per le seguenti caratteristiche:
  • 11,5-13% di alcool in volume;
  • colore fra il rosso rubino intenso e il granato, in funzione dell’invecchiamento;
  • profumo fragrante e vinoso, che evoca frutti rossi come la fragola e il lampone;
  • di gusto deciso, sapido e armonico, è un vino rosso potente e asciutto che guadagna in morbidezza con qualche anno di invecchiamento. 
Altre importanti caratteristiche del vino Aglianico del Vulture:
  • si può fare esclusivamente da uve Aglianico in purezza;
  • le uve suddette devono essere coltivate nella zona del Vulture, in Basilicata, nei territori dei Comuni definiti dal relativo Disciplinare di Produzione;
  • nello stesso territorio deve essere obbligatoriamente vinificato e invecchiato.
L’Aglianico del Vulture può essere definito “Riserva” dopo almeno 5 anni di invecchiamento in barrique.